Matrimonio in riva al mare a Reggio Calabria: sposi benedetti dalle acque dello Stretto

Matrimonio in riva al mare a Reggio Calabria: sposi benedetti dalle acque dello Stretto

Novità importante per chi decide di celebrare le sue nozze a Reggio Calabria. Già dalla scorsa estate infatti, nella città dello Stretto, è possibile celebrare i matrimoni civili all’aperto o in alcuni siti di particolare interesse storico.

L’Amministrazione comunale ha confermato anche quest’anno la novità introdotta la scorsa estate. Oltre che presso la Sala dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, le nozze possono essere celebrate anche nello splendido Castello Aragonese. Ma anche nel Salone degli Specchi del Grande Albergo Miramare, nel Salone Monsignor Ferro di Palazzo Alvaro.

Ma non è tutto qui! In seguito alla manifestazione d’interesse aperta dal Comune anche nei lidi privati si potranno celebrare i matrimoni civili. Alcune strutture hanno già aderito, altre lo faranno quest’anno visto che la manifestazione d’interesse, disponibile sul sito del Comune, è stata riaperta da qualche giorno.

Trasformare una splendida spiaggia nel set delle proprie nozze dunque non sarà solo possibile guardando i cataloghi delle più belle mete esotiche. Basterà semplicemente ammirare i panorami e l’intenso blu di una delle più belle coste d’Italia, quella dello Stretto di fronte Reggio Calabria. 

Così che un matrimonio all’americana può assumere tutti i connotati del romanticismo all’italiana.

matrimonio in riva al mareMATRIMONIO CIVILE IN SPIAGGIA: ISTRUZIONI PER L’USO

Il matrimonio celebrato secondo il rito religioso è soggetto a regole di diritto canonico così come a rituali imprescindibili e legati al luogo sacro in cui si svolge la celebrazione. Tutto questo rende davvero ostica la possibilità di cambiare facilmente la location consueta per il sacramento. La spiaggia, infatti, non è un luogo consacrato, e per celebrare le nozze religiose è necessario che lo sia. Inoltre, anche se il parroco di riferimento fosse d’accordo, la possibilità che il matrimonio venga celebrato in altro luogo deve necessariamente essere sottoposta la vaglio del Vescovo della vostra diocesi.

Ben diverse sono le prerogative necessarie in fatto di rito civile dove è necessaria solo l’istituzione della spiaggia come luogo liberalizzato dal Comune. Com’è facile immaginare, molti comuni marittimi – tra questi anche molti comuni calabresi – stanno dando il via a questa pratica. Si tratta infatti anche di un buona fonte di guadagno per le casse comunali, dal momento che attira diverse coppie di futuri sposi. Si sa, il rito civile è meno vincolante sotto diversi punti di vista, anche in fatto di burocrazia o bouquet di fiori per allestire la sala a proprio piacimento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *